150x150-posta-risposta

Posta & Risposta

Hai una domanda, un dubbio, una curiosità? Chiedilo a UPPA. Registrati e scrivici, i nostri esperti ti risponderanno. Ricorda però che un sito internet non può (e non deve) esprimere pareri medici su casi clinici personali, sostituendosi al ruolo che spetta al medico di fiducia.



Vuoi fare una domanda? Accedi o Registrati

Vasino a dieci mesi

Domanda

Nostra figlia ha 20 mesi oggi. Da quando aveva 10 mesi al mattino appena sveglia faceva pipi e popo nel vasino (anche nel riposo pomeridiano, pipi nel vasino o popò). Da tre mesi si rifiuta di sedersi sul vasino come se avesse paura Adesso stiamo cercando di toglierle il pannolino: La lasciamo senza pannolino durante il giorno. Cosa consiglia UPPA: approccio d'urto oppure attendere? Cosa può aver causato il rifiuto del vasino? Quando faceva i bisogni nel vasino era un caso? Grazie in anticipo per l'attenzione, siete di grande sostegno con le vostre pubblicazioni!! Un babbo e una mamma di Pesaro

Risposta

Quando un bambino fa un progresso, un passo in avanti, il nostro compito di genitori ed educatori è sempre quello di sostenerlo e incoraggiarlo: tornare indietro genera confusione, perché i bambini vogliono avere sempre ben chiaro cosa non vogliamo da loro.
Questa regola vale per tutte le circostanze, anche per…
leggi tutta la risposta

Swaddle: serve davvero?

Domanda

Ho una curiosità riguardo a una tecnica che sta tornando molto di moda in alcuni paesi europei, la "fasciatura" o "swaddle" per aiutare i bambini a dormire. So che è una tecnica consigliata addirittura in certi ospedali ed esistono diversi libri (più o meno attendibili, non so) che la spiegano e consigliano. Sono incinta del mio secondo bambino e ho l'esperienza con la prima figlia che ad oggi (18 mesi) ha fatto solo 4 notti intere di sonno e vorrei provare questo "nuovo sistema" col bimbo che verrà. Ha un senso? Corro dei rischi? Nei vari vostri speciali sul sonno (letti tutti) non se ne parla mai...

Risposta

Sappiamo da molte osservazioni e ricerche che la fasciatura - una tecnica che imita l'intimità del grembo - può mantenere i bambini al caldo e in una situazione confortevole capace di aiutarli a dormire meglio e più a lungo. Ma quando la fasciatura non è corretta ci possono essere dei…
leggi tutta la risposta

Togliere il pannolino a tre anni e mezzo

Domanda

La mia nipotina di 3 anni e mezzo non vuole fare la pipì nel vasino e neanche col riduttore sul water. A volte la trattiene anche per l'intera giornata, anche se ha il pannolino. Cosa possiamo fare? 

Risposta

Levarle il pannolino e aspettare.
Nessuno ama farsi la pipì addosso e nessuno resiste all'infinito allo stimolo ad urinare.
Molti bambini rifiutano il vasino (o il water) perché sanno di avere un'alternativa, ma se non ce l'avessero scoprirebbero, con loro grande sollievo, che al gabinetto è meglio.

Vincenzo Calia, pediatra 
leggi tutta la risposta

Come avviare l'autosvezzamento

Domanda

Sono la mamma di un bimbo che il 20 agosto fa sei mesi e dovrei secondo la mia pediatra iniziare le pappe. Volevo sapere come dovevo comportarmi in merito all'autosvezzamento e al latte artificiale? Ci sono alimenti da evitare il primo anno di mio figlio.
Francesca

Risposta

Per fare autosvezzamento, meglio definito come Alimentazione Complementare a Richiesta, è necessario documentarsi adeguatamente. Ciò è necessario non per una difficoltà intrinseca di questa pratica, tutt'altro, ma per liberarsi di tutta la cattiva informazione che noi pediatri abbiamo disseminato nel corso degli anni fino a far diventare lo svezzamento un
leggi tutta la risposta

Digestione e sonno

Domanda

Ho un piccolo grande dilemma: una bambina di un anno e mezzo che ho sempre addormentato al termine dei pasti principali senza alcun problema di rigurgiti o cattiva digestione per quanto mi è dato vedere. Mi è stato però detto da un'amica che questo sistema poteva in qualche modo non essere opportuno, necessitando la bambina di qualche tempo per la digestione, prima di venire addormentata. Cosa mi consigliate di fare?
Grazie per il vostro meraviglioso lavoro.
Federica

Risposta

A volte fra amiche ci si scambia esperienze e sentimenti, ma può capitare anche che si facciano delle chiacchiere.
Un bambino molto piccolo, da subito dopo la nascita, mangia continuamente e dorme tantissimo. Come si potrebbe aspettare che abbia digerito?
Avete mai provato a tenere sveglio un lattante che, sazio…
leggi tutta la risposta

Sonno e parlantina

Domanda

Ho 2 bimbi, uno di 5 e l'altro di 3 anni. Quello di 3 parla correttamente ma in continuazione e a voce alta, nonostante in famiglia si tengano abitualmente toni bassi. Passi durante il giorno, ma la notte durante i suoi 3/4 risvegli, quando inizia a parlare sveglia tutti. Chiedo gentilmente un consiglio per un sonno piu regolare ed uno per ridurre /canalizzare le numerose chiacchere.
Roberto

Risposta

Per il problema della voce una volta accertato che non si tratti di un problema di udito (sofrre di otiti? E' spesso raffreddato?) ricordiamoci che i bambini apprendono ciò che vedono. Può darsi che anche se in famiglia il tono della voce è basso, in altri contesti (scuola materna?) sia
leggi tutta la risposta

Fratelli: è giusto programmare la nascita?

Domanda

La mia domanda è la seguente: ho gia un bimbo di due anni e vorremmo allargare la famiglia nuovamente. Il mio primogenito inizierà la materna a settembre dell'anno prossimo e, se tutto andrà bene e senza intoppi, il secondo arriverà per l'estate. Vorrei sapere se è davvero "sbagliato" come momento visto che il primogenito inizierà la materna a settembre, sarebbe meglio aspettare e far arrivare il fratellino/sorellina più tardi a materna già iniziata e avviata??

Risposta

Una volta i bambini nascevano quando capitava e non si sapeva fino all'ultimo momento se fossero maschi o femmine.
Oggi si programma tutto e si sa tutto.
E così ci siamo convinti di poter gestire anche l'imprevedibile come, per esempio, le reazioni di un primogenito alla nascita di un fratellino…
leggi tutta la risposta

Rispetto delle regole

Domanda

Cari Pediatri,
sono una mamma di un bimbo di 20 mesi, preoccupata perché temo di non essere una brava mamma. Vorrei chiedervi un consiglio su come educare al meglio Andrea al rispetto delle regole. E' un bambino molto vivace, socievole, frequenta il nido senza problemi, ma anche testardo e spesso, quando lo sgrido (a volte purtroppo perdendo la pazienza e urlando) non riesco a farmi ascoltare. I miei secchi no non funzionano (es. non buttare i giochi dal balcone ... e puntualmente i giochi finiscono nel corsello del box e così via). Anche quando mi fermo e con calma e pazienza cerco di fargli capire cosa sia meglio fare e non fare lui ride oppure si gira dall'altra parte. Insomma, qual'è l'atteggiamento giusto per crescerlo nel miglior modo possibile? 

Risposta

Al rispetto delle regole e all'educazione UPPA ha dedicato recentemente un intero speciale:  se è abbonata al nostro giornale, può scaricare il pdf dal nostro sito.

 
leggi tutta la risposta

Fermenti lattici e probiotici

Domanda

Gradirei sapere la differenza tra fermenti lattici e probiotici. Il mio pediatra non è tanto favorevole ai primi, perché dice che sono inutili e che rappresentano solo la fortuna delle case farmaceutiche. Dice anche che i fermenti lattici servono solo ad ottenere lo yogurt dal latte e quindi, basta, prendere uno yogurt e si ottiene lo stesso risultato.
In alcune situazioni particolari, invece, sempre secondo il suo parere, possono essere utili i probiotici. Quali sarebbero queste "situazioni particolari"? Sempre riguardo ai fermenti lattici, alcune mie amiche li danno ai loro bambini, non solo per il tam tam fra di loro, ma anche su consiglio dei loro pediatri e per i motivi più banali: meteorismo, qualche scarica molle e maleodorante, ecc. E allora: chi ha ragione? 

Risposta

Siamo un po' sconcertati dalla domanda perché in realtà probiotici e fermenti lattici sono la stessa cosa, cioè "microbi" buoni utilizzati per prevenire o curare alcune malattie, con risultati in alcuni casi di pura fantasia, in altri di modesta entità ma accettabili, in altri ancora promettenti ma che necessitano di…
leggi tutta la risposta

Quale latte?

Domanda

Sono la mamma di un bimbo di 11 mesi e mezzo. Da poco ha abbandonato il seno (con mio rammarico) e quindi stavo cercando informazioni riguardo al latte alternativo da proporgli. Innanzitutto, vorrei sapere se posso dargli il latte vaccino o se è meglio il latte formulato. Altre mamme mi hanno parlato di latte di proseguimento e latte di crescita ma ammetto di non aver capito la differenza. Inoltre vorrei sapere se posso proporgli il latte la sera, una mezz'ora prima di andare a dormire (alternativamente alla colazione, perché in quel pasto mangia frutta e biscotti) nella speranza che la fase di addormentamento (che sta diventando molto stressante per noi) diventi più rapida.
Michela

Risposta

A partire dall’anno di vita ai bambini che non assumono latte matero può essere offerto latte vaccino fresco pastorizzato. Non esistono prove in letteratura di benefici sullo stato nutrizionale con latti di crescita, che le industrie sponsorizzano oltre l’anno di vita (quelle di proseguimento dai 6 ai 12 mesi).
Non

leggi tutta la risposta
« 1 3 ... 66 67

Vuoi fare una domanda?

Il contenuto che vuoi visualizzare è riservato agli utenti registrati.

Accedi oppure Registrati

Sfoglia una copia
di Uppa