Bambini “piedi piatti”

Quasi tutti i bambini hanno i piedi piatti. Cosa significa questo? Ce lo spiega il pediatra Franco Panizon

Franco Panizon, pediatra e docente

Tutti i bambini, eccetto alcuni, molto malati, hanno i piedi piatti. Cioè piedi con la pianta non arcuata. Piedi in cui l’arco plantare, quella specie di molla d’acciaio che va dal tallone alla radice del primo dito, è poco marcato: semplicemente non è ancora in tensione. Giustamente, perché il peso del corpo è ancora poca cosa, perché la forza dei muscoli della gamba è quella di un bambino, perché l’andatura non possiede ancora la forza, la velocità e la potenza dell’atleta.

Così è accaduto, e a raccontarlo sembra una barzelletta, che generazioni di pediatri abbiano guardato con malinconia a quell’arco del piede ancora tenero come a un precursore del piede veramente piatto dell’adulto, un piede il cui arco avrebbe ceduto sotto il peso di un corpo troppo grasso, oppure un piede il cui arco non si sarebbe potuto tendere a causa di una lieve condizione malformativa che si sarebbe espressa solo tardi, al passaggio verso la pubertà, sui 10-11 anni.

SPECIALE
Scarica una copia di UPPA
La rivista per i genitori, scritta dagli specialisti dell'infanzia, indipendente e senza pubblicità
Scarica il PDF

Le scarpe di sostegno

Non solo i pediatri, ma anche gli ortopedici hanno guardato, con malinconia, e un poco di ignoranza, le tenere (ma elastiche) arcate plantari dei bambini di due, tre, quattro, cinque, sei anni; così, sia i pediatri, sia gli ortopedici, sia i calzaturieri, hanno proposto, ordinato, raccomandato scarpette di sostegno per prevenire quella evoluzione, dal piede naturalmente, e comunemente un po’ piatto del bambino, al raro piede piatto e doloroso dell’adolescente che esisteva, ahimè, solo nella loro fantasia. Milioni e milioni di visite, milioni e milioni di prescrizioni, milioni e milioni di scarpette. Finito. Per fortuna.

In sostanza, quindi, possiamo dire che il fatto che un bambino abbia i piedi piatti non ha alcuna rilevanza, e non è un sintomo di una futura patologia dell’arco plantare, e quindi non occorre fare nulla.

Per approfondire
Zerocinque Zerocinque
Zerocinque
Il manuale di UPPA sulla salute e l’educazione del bambino da 0 a 5 anni
di AA.VV.
Acquista
Articolo pubblicato il 24/06/2013 e aggiornato il 30/06/2020

Condividi l'articolo

Copia di Prova di UPPA
La rivista indipendente, scritta per i genitori e senza pubblicità Sfoglia una copia