Il colore degli occhi del neonato

Non si può definire con certezza quale sarà il colore degli occhi del bambino appena nato. Nei mesi successivi però tende in genere a diventare quello definitivo. Lievi variazioni sono infatti possibili addirittura fino all’età adulta. A determinare questa caratteristica è sicuramente la genetica. Scopriamo in che modo

Pietro Rossi , specializzando in Pediatria
neonato con colore degli occhi chiaro

Come ogni genitore, quando è nato mio figlio mi sono chiesto di che colore sarebbero diventati i suoi occhi. Sapevo che il grigio anonimo che faceva capolino da sotto le sue palpebre sarebbe cambiato, ma avrebbe virato verso il verde della mamma o il nocciola del papà? E quando, poi, il colore sarebbe diventato definitivo?

Ogni amico e conoscente aveva una sua opinione in merito, espressa con assoluta convinzione. Ma la verità è che riguardo al colore degli occhi di un neonato e al suo cambiamento ci sono poche certezze.

Perché i neonati hanno gli occhi chiari?

Come il colore della pelle, dei capelli e dei peli, il colore degli occhi è determinato da un pigmento che si chiama melanina. La sua produzione nei vari tessuti è incrementata dall’esposizione ai raggi ultravioletti; poiché questi non raggiungono l’utero materno, il neonato avrà poca melanina a livello di cute, capelli, peli e, appunto, occhi.

Il colore degli occhi alla nascita, quindi, è spesso più chiaro di quanto sarà dopo la progressiva esposizione al sole. Il colore degli occhi dei neonati albini, che non producono melanina in quantità adeguata, può infatti essere così chiaro da risultare rosa, e non varierà molto con l’esposizione solare. Negli altri bambini, invece, con il passare dei mesi e degli anni si avrà un colore dell’iride (la parte dell’occhio che contiene la melanina) man mano più scuro, e frequentemente cambierà dal blu-grigio verso il nocciola-marrone. Viceversa, nel 3% circa dei casi avviene il contrario, e gli occhi marroni alla nascita possono diventare azzurri o verdi. Vedere degli occhi blu in un neonato non è quindi garanzia di un bambino con gli occhi azzurri! 

Colore degli occhi del neonato: quando diventa definitivo?

Ma allora, quando cambia il colore degli occhi? La quantità di melanina, nei tessuti in cui è presente, aumenta con l’esposizione solare. Dunque con il passare dei mesi, grazie al sole, il colore degli occhi del neonato diventerà gradualmente più scuro. È difficile dire quando il colore degli occhi diventa definitivo, ma alcuni studi che hanno seguito gruppi di bambini dalla nascita fino all’età adulta, hanno evidenziato che, nella maggior parte dei casi, il colore degli occhi diventa definitivo già nel lattante, cioè intorno ai 6-9 mesi di età; raggiunti i 2 anni, dovrebbe essere ormai confermato il colore che ci accompagnerà per tutta la vita.

In una piccola percentuale, intorno al 10-15%, sono comunque possibili delle variazioni, seppur lievi, addirittura fino all’età adulta. La produzione e la ridistribuzione di melanina nell’iride può infatti leggermente cambiare, rendendo gli occhi lievemente più chiari o più scuri anche “da grandi”; non bisogna quindi in genere preoccuparsi, neanche in età adulta, quando cambia il colore degli occhi.

Una curiosità: se in un’iride c’è più melanina che nell’altra, il colore degli occhi può essere diverso; questa condizione si chiama eterocromia.

Come sapere di che colore avrà gli occhi il neonato?

Capire di che colore avrà gli occhi un neonato è quindi molto difficile, a parte in rari casi. Neonati di origine africana, ad esempio, nasceranno con gli occhi già molto scuri, e il colore definitivo sarà probabilmente ancora più scuro.

Solitamente, i neonati di origine europea nascono invece con gli occhi chiari. E poi? Uno studio che ha seguito il cambio di colore degli occhi nei primi due anni di vita, ha mostrato come i bimbi che nascono con gli occhi già tendenti al marrone difficilmente cambieranno colore; viceversa, i neonati con gli occhi azzurri potranno più facilmente volgere al marrone.

È chiaro, comunque, che a determinare il colore degli occhi di un neonato sia la genetica. Il tipo di trasmissione dei geni, però, è abbastanza complicato (di sicuro più di quanto si studia alle scuole medie con i piselli di Mendel!). In genere il fenotipo più chiaro, caratterizzato da occhi azzurri o verdi, è tendenzialmente recessivo, mentre il fenotipo più scuro, con occhi marroni, è invece più dominante; ma ciò non si verifica sempre. Il colore degli occhi, come tante altre caratteristiche di un essere umano, è infatti determinato dalla combinazione di diversi geni. Tradotto: anche un nonno dagli occhi scuri in una famiglia in cui tutti gli altri hanno gli occhi chiari potrà rendere nocciola il colore degli occhi di un lattante. 

Bibliografia
Articolo pubblicato il 01/06/2022 e aggiornato il 28/06/2022
Immagine in apertura brusinski / iStock

Condividi l'articolo

Copia di Prova di UPPA
La rivista indipendente, scritta per i genitori e senza pubblicità Sfoglia una copia