Cultura

Per crescere bambini sani e felici è necessario esporli a stimoli culturali adeguati alla loro età e alle loro competenze. In un mondo dove il contenuto è ormai ovunque dobbiamo prestare attenzione alla qualità di ciò che sottoponiamo ai nostri bambini e ai messaggi che questi prodotti veicolano. UPPA, insieme al progetto Nati per Leggere, promuove la lettura per i bambini fin dai primi anni. In questa rubrica troverete anche molte recensioni di libri per i genitori.

Letture per tutti, nessuno escluso

Cultura di Anna Rita Marchetti - Libraia, Roma e Enza Crivelli - Pedagogista clinica, Crema
letture per tutti, nessuno escluso Potrebbe, e forse dovrebbe, essere il nuovo comandamento del terzo millennio: letture per tutti, nessuno escluso. Gli studi e le ricerche lo hanno scritto e lo hanno ribadito in ogni modo: leggere fa bene, sin da piccoli, e comporta effetti positivi sia dal punto di vista emotivo sia dal punto di vista psicologico. La lettura è necessaria però anche a quelle persone che per qualche ragione faticano a farlo, che presentano difficoltà con la scrittura per vari e diversificati motivi. Storie raccontate… con simboli A loro ha pensato la casa...

Andiamo a giocare… in cortile

Giochi di Maria Cristina Stasi - Pedagogista, Torino
gioco Cortili e marciapiedi, piazze e piazzali, da secoli, in tutto il mondo, hanno ospitato il gioco dei bambini prima di essere invasi da macchine e tavolini dei bar. Sarebbe bello e utile per i nostri figli restituire loro questi spazi. Per esempio ritornando ai giochi tradizionali. In questo articolo vi proponiamo il gioco della campana o settimana. La sua origine è sconosciuta e si perde nella notte dei tempi; persino sulla pavimentazione del Foro Romano sono state trovate tracce di percorsi disegnati sul selciato. Poiché il gioco è diffuso dappertutto, non si...

Perché una mela al giorno leva il medico di torno?

Libri di Anna Rita Marchetti - Libraia, Roma
i perché dei bambini Perché si dice trentatré quando ci visita il dottore? Il tutto nasce nei primi decenni del ‘700, in un lontano paese austriaco, quando un ragazzo cominciò a indovinare il livello dei liquidi nelle botti di vino e birra che il padre produceva, semplicemente tamburellando con le dita sul legno. Batteva le botti e a seconda del suono diceva «quasi vuoto», «metà» o «quasi pieno». Ma allora come si arriva dal vino alla fatidica pronuncia del numero quando il medico batte sulla schiena del paziente? Il quesito lo possiamo facilmente risolvere leggendo le...

“Chi ha il coraggio?” Le paure dei più grandi non sono quelle dei bambini

Libri di Anna Rita Marchetti - Libraia, Roma
libro per bambini I bambini, si sa, hanno una gestione tutta personale delle paure. C’è chi trova divertente un mostro, chi è spaventatissimo da un palloncino colorato, chi è indifferente o addirittura affascinato dagli insetti e chi, ancora, piange alla sola vista di una faccia non familiare. Non c’è mai ossessione o fobia. Questi termini, infatti, nascono solo con l’età adulta. Sarà per questo che, quando ho sfogliato e letto il nuovo albo Minibombo di Silvia Borando “Chi ha il coraggio?”, mi sono tornate alle mente tutte le paure ingiustificate di noi grandi?...

L’arte come sport per allenare la mente e l’intelligenza delle mani

Cultura di Serena Trusso - Responsabile progetto Creallenamente
mente Stimolare la mente e la creatività è uno sport che tutti i bambini dovrebbero praticare, a qualsiasi età. Così come il nuoto, il calcetto e la danza aiutano i bambini a crescere in maniera sana, sviluppando le loro capacità motorie e favorendo la socializzazione, allo stesso modo è necessario avere cura dello sviluppo intellettuale e culturale dei più piccoli. I bambini, infatti, incrementano le proprie capacità intellettive a partire dall’ambiente in cui vivono, cercando una risposta ai propri bisogni e imitando gesti e comportamenti di chi sta loro intorno. E...

L’importanza di fare cultura partendo dalla culla

Cultura di Anna Rita Marchetti - Libraia, Roma
La cultura fa bene alla salute. E non siamo i primi a dirlo. Nel 2011 la Fondazione Bracco di Milano aveva raccolto e diffuso varie prove a sostegno di questa tesi. In particolare, in collaborazione con l’Università IULM di Milano, erano stati pubblicati i risultati della ricerca “Salute, cultura e benessere” che dimostrava come l’accesso e la partecipazione a eventi culturali migliorasse il benessere in generale. L’indice chiamato Psychological General Well-being Index (PGWBI) è il principale strumento di analisi per questo tipo di ricerche ed è emerso che le cosiddette...

La mostra che racconta l’invisibile

Cultura di Irene Del Lesto - Giornalista scientifica, Grosseto
Roma ospita fino a giugno la mostra “DNA. Il grande libro della vita da Mendel alla genomica” che racconta come e quando è nata la genetica. Il visitatore è condotto lungo la mostra attraverso due secoli di storia, percorrendo una serie di tappe: si trova a passare per l’orto di un monastero della Moravia del 1852, attraversa l’Europa degli inizi del Novecento, culla della genetica ma preda di totalitarismi che ne hanno riproposto una versione distorta, si sofferma nell’America del 1953 per vedere finalmente la doppia elica del DNA, arriva...

Una mostra che supera le barriere e stimola l’immaginazione

Cultura di Anna Rita Marchetti - Libraia, Roma
mostra Nella gestione del traffico i sensi unici aiutano la circolazione delle auto, ma possono aiutare anche un altro tipo di circolazione: quella dell’immaginazione. Succede a Roma, al Palazzo delle Esposizioni, dove fino al 26 febbraio 2017 sarà possibile visitare gratuitamente la mostra Sensi Unici nei pressi dello Spazio fontana, allestito per l’occasione con quattro angoli tematici per rappresentare le materie prime del libro: carta, stoffa e filo. Nella sala si possono vedere e toccare libri e opere tattili nazionali, e internazionali, di tanti artisti tra cui Marcella Basso, Bruno Munari, Katsumi...

La mia vita da zucchina

Musica e cinema di Anna Rita Marchetti - Libraia, Roma
Icaro è chiamato Zucchina da sua madre. Una mamma molto particolare però, che lascia lattine di birra dappertutto, si addormenta ubriaca davanti al televisore e che, nella sua depressione, si dimentica del figlio rinchiuso tutto il giorno in soffitta. Zucchina invece disegna sempre, ovunque, anche sui muri, fa volare il suo aquilone verso il cielo ed è terrorizzato dalle urla che arrivano dal piano di sotto. Fino a quando arriva l’irreparabile e il bambino dagli occhioni vitrei si ritrova in un orfanotrofio. Lì inizia una nuova vita, fatta di atti...

Come si legge un libro a un bambino piccolo?

Cultura di Annalisa Perino - Formatrice montessoriana, Biella
Il libro è un oggetto prezioso, al cui fascino ci si affeziona precocemente. Custode di storie, fonte di suggestioni, creatore di mondi lontani, ispiratore di novità, di parole, di immagini, di sensazioni, di emozioni e di informazioni. Il libro si sfoglia, si annusa, si apre, si chiude, a volte si assaggia… se poi ci sono finestrelle, buchi, superfici di vari materiali le esperienze possibili si moltiplicano. Il libro, a differenza di un cartone animato, non è un prodotto preconfezionato, ma può regalare ad un certo bambino, in un dato momento,...