Neonato

Il termine “neonato” si riferisce ai bambini e ai cuccioli di tutte le specie animali, e indica un periodo di tempo che varia a seconda delle specie ma comunque compreso, per i mammiferi, entro il periodo dello svezzamento. Nel bambino questo periodo corrisponde ai primi 28 giorni di vita, oltre i quali diventerà “lattante”. Conoscere gli aspetti più importanti che riguardano questo breve ma intenso periodo è fondamentale: dagli esami e i controlli da effettuare all’igiene e gli aspetti fisiologici, dallo studio della mente e degli istinti del piccolo al bonding e altre tecniche come il Babywearing e il Kangaroo mother care che favoriscono il contatto tra neonato e genitori.

Pianto del neonato, impariamo a interpretarlo

Pietro Rossi, medico

Non esiste un “traduttore” che ci permetta di capire perchè piange il neonato, ma ogni genitore, grazie all’esperienza, pian piano riuscirà a comprendere le tipologie di pianto e a rispondere in modo idoneo a tutte le esigenze del piccolo o della piccola

Quando iniziano a sorridere i neonati?

Giulia Ceglie, pediatra ematologa e ricercatrice
neonato sorride alla mamma

Il sorriso riflesso non esprime un contenuto emotivo e si manifesta in maniera casuale. Quando però notiamo che il bambino sorride in risposta a stimoli provenienti dall’ambiente esterno, è il momento di aiutarlo a proseguire lo sviluppo di questa importantissima abilità sociale stimolandolo in maniera appropriata

Si può dare l’acqua ai neonati?

Giulia Costagliola, pediatra
lattante beve acqua

Il latte materno è già di per sé molto ricco in acqua. Introdurre ulteriori quantità di liquidi, anche piccole, può portare al precoce riempimento del piccolo stomaco del neonato, che sarà meno interessato ad attaccarsi al seno

Quando iniziano a vedere i neonati?

Sergio Conti Nibali, pediatra e consulente scientifico di Uppa
neonato guarda la mamma

L’organo della vista si sviluppa durante la vita fetale e solo al termine della gravidanza è abbastanza maturo per cominciare a svolgere le sue funzioni. I neonati vedono, dunque, eccome

Si può dare la camomilla ai neonati?

Irene Campagna, medico e giornalista
neonato beve camomilla da biberon

La camomilla è decisamente sconsigliata per i più piccoli. L’Organizzazione Mondiale della Sanità, infatti, raccomanda di non dare al bambino entro i sei mesi di vita liquidi diversi dal latte materno o in formula

Il colore degli occhi del neonato

Pietro Rossi, medico
neonato con colore degli occhi chiaro

È difficile stabilire quando il colore degli occhi sarà quello di tutta la vita, ma alcuni studi hanno evidenziato che, nella maggior parte dei casi, diventa definitivo intorno ai 6-9 mesi di età

Tremori del neonato: perché si verificano?

Anna Maria Bagnato, pediatra
Mamma osserva tremori del suo neonato

Sono movimenti involontari dovuti alle contrazioni di coppie di gruppi muscolari “antagonisti”. Per poterli riconoscere è bene imparare a escludere tutti quei movimenti che segnalano altre condizioni

Quando il neonato è “nervoso”. Ecco cosa fare e da cosa dipende

Nicoletta Tortora, pedagogista
genitori cercano di calmare neonato nervoso

Spesso, per calmare il neonato nervoso o agitato, la prima cosa che facciamo è cercare una strategia valida e che possibilmente funzioni nell’immediato, senza però tenere presente che è importante, prima ancora di agire in questo modo, fare un lavoro su noi stessi, sul nostro modo di porci e di affrontare quello specifico momento di difficoltà

Ruttino del neonato: è davvero necessario?

Michele Torella, pediatra
padre stimola ruttino del neonato

È proprio indispensabile che il neonato faccia il ruttino al termine della poppata? Non tutti i bambini hanno necessità di farlo appena finiscono di mangiare, e anche quelli che solitamente fanno il ruttino possono talvolta terminare alcune poppate senza alcuna necessità di eliminare l'aria

Il meconio, le prime feci del neonato

Ivan Fiorito, medico
neonato pulito da meconio

Si tratta di feci sterili, inodori, di consistenza vischiosa e di colore bruno-verdastro. Sono prodotte nell’intestino prima della nascita e di solito vengono evacuate solo dopo il parto, quando il neonato inizia ad alimentarsi

Acne neonatale: caratteristiche e durata

Irene Campagna, medico e giornalista
neonato affetto da acne neonatale

Le cause dell’acne dei neonati sono ancora incerte. Per alcuni, sarebbe una reazione infiammatoria a un lievito presente sulla pelle, mentre secondo altri avrebbe un’origine ormonale: deriverebbe dalla stimolazione delle ghiandole sebacee da parte degli androgeni passati dalla madre al feto in gravidanza o prodotti dal bambino stesso

Fontanella del neonato, quando si chiude e a cosa serve?

Anna Maria Bagnato, pediatra
madre tiene neonato facendo attenzione a fontanella cranica

Le fontanelle del neonato rappresentano una “finestra ecografica”: appoggiandoci sopra la sonda dell’ecografo, è possibile infatti visualizzare le strutture cerebrali. Una valutazione della fontanella alla nascita e durante la crescita del bambino permette inoltre di individuare l’eventuale presenza di processi patologici acuti o cronici

Indice di Apgar: cos’è e come si interpretano i valori

Anna Maria Bagnato, pediatra
ostetrica con neonato dopo esami per indice di Apgar

L’indice di Apgar venne introdotto nel 1953 da Virginia Apgar, anestesista americana, che dopo anni di esperienza in sala parto individuò gli elementi fondamentali da valutare per definire le condizioni generali e la transizione alla vita extrauterina del neonato

Quanto deve mangiare un neonato?

Arianna De Martino, pediatra
neonato mangia allattato

Durante la gravidanza i genitori si informano e approfondiscono come alimentare il piccolo o la piccola quando verrà al mondo, ma quanto deve mangiare un neonato risulta un argomento su cui continuano a interrogarsi soprattutto dopo la nascita

Singhiozzo del neonato: cause e come farlo passare

Anna Maria Bagnato, pediatra
neonato con singhiozzo piange

Il neonato ha una maggiore predisposizione al singhiozzo per via dell’immaturità del suo sistema nervoso. Generalmente gli episodi durano alcuni minuti e si risolvono spontaneamente, ma se vanno oltre le 48 ore è bene contattare il pediatra per una diagnosi più approfondita

Ittero neonatale: fisiologico o patologico?

Paolo Moretti, pediatra
Trattamento per l'ittero neonatale

È una colorazione gialla della pelle, delle sclere e delle gengive, ed è causata dal deposito di una sostanza chiamata bilirubina. Può essere fisiologico o patologico, in ogni caso è importante tenere sotto controllo i valori della bilirubina, che pur crescendo lentamente ogni giorno non devono superare determinati livelli

Lo Screening Neonatale Esteso: cos’è?

Giulia Costagliola, pediatra
Primo piano di piedi di un neonato

Grazie allo screening neonatale esteso, obbligatorio e gratuito per tutti i neonati, è possibile individuare per tempo i bambini da sottoporre a esami e accertamenti più approfonditi per scoprire numerose malattie non riscontrabili con la visita medica

Bambini prematuri: genitori come “farmaci naturali”

Erica Melandri, psicologa e psicoterapeuta
Testa di un neonato pretermine accarezzata dal papà

Quando i bambini nascono prima del termine della gravidanza, il contatto costante e frequente con il corpo dei genitori è fondamentale per il benessere di entrambi

Il papà in TIN, tra emozioni e difficoltà

Sara Lanzini, psicologa perinatale
vista dall'alto della testa di un neonato prematuro con il padre

Quando un neonato viene ricoverato in TIN, in genere si presta poca attenzione al ruolo paterno, ma anche il padre può provare un senso di smarrimento, paura e preoccupazione. È importante dunque sostenere il genitore in questo momento difficile e favorire il contatto diretto, pelle a pelle, con il bambino

La malattia emolitica del feto e del neonato: cos’è?

Martina Canichella, medico ematologo
primo piano della mano di un neonato che tiene il dito della mamma

La malattia emolitica del feto e del neonato (MEFN) si manifesta quando gli anticorpi materni riconoscono come estranei i globuli rossi del feto. Perché accade? E come fare per prevenire e trattare questa patologia?

Da cosa dipende il calo di peso dopo la nascita?

Natalia Camarda, pediatra e consulente IBCLC
Misurazione del peso del neonato

Durante i primi giorni di vita quasi tutti i neonati perdono un po’ di peso. Data l’elevatissima frequenza del fenomeno, questo questo calo ponderale è detto “fisiologico”, cioè normale, condiviso da tutti. Scopriamo a cosa è dovuto

Page 1 Page 2 Page 3