Il blog di UPPA

MABASTA, il movimento anti-bullismo creato dagli adolescenti

Cresce in Italia il problema del bullismo, ma questa volta non sono le istituzioni a intervenire dall’alto per cercare di risolvere la situazione.
Il tentativo di suicidio della tredicenne di Pordenone vittima dei soprusi dei compagni ha scosso molto gli studenti della I A dell’Istituto tecnico-economico Galileo-Galilei Costa. I ragazzi, guidati dal professore di Informatica Daniele Manni, hanno deciso di fondare il movimento anti-bullismo “MaBasta” acronimo di “Movimento Anti Bullismo Animato da STudenti Adolescenti”.

Consapevoli che per ottenere dei risultati sia importante fare e non limitarsi a parlare, i 14 studenti hanno creato una pagina facebook e stanno lavorando alla creazione di un sito internet per aggregare giovani e giovanissimi contrari a questo fenomeno. Hanno lanciato la prima campagna fatta di piccoli video spot e fotografie il cui scopo non è solo quello di invogliare le vittime a raccontare la propria storia, ma anche di aiutare i bulli, forse i più bisognosi. Grande è la sensibilità dei fondatori di “Mabasta”, che opponendosi con tenacia al fenomeno senza schierarsi solo dalla parte delle vittime, dimostrano di aver compreso davvero cosa sia il bullismo: un brutto gioco in cui nessuno vince.

I Ragazzi di “MaBasta” stanno chiedendo il supporto di altre associazioni ed hanno ottenuto già il sostegno da 4 importanti siti che si occupano di educazione, Your Edu Action, OrizzonteScuola, Aetnanet e MasterProf. Anche UPPA vuole essere con loro.