Orari e frequenza dell’allattamento al seno: come regolarsi?

L'allattamento deve avvenire a orari fissi? O è meglio seguire le esigenze del bambino? La risposta dei nostri pediatri

Sergio Conti Nibali,
pediatra e direttore di UPPA
Orari e frequenza dell’allattamento al seno: come regolarsi?

Ho una bambina di un mese e mezzo che allatto al seno; lei reclama il seno molto spesso; tra giorno e notte vuole mangiare almeno 10 volte. Io non so che fare perché tutti mi dicono che devo farla mangiare ogni 3 ore e che deve fare una pausa di almeno 6 ore la notte; ho tentato, ma è stato impossibile.

Sembra proprio che la bambina faccia quello che dovrebbe fare alla sua età: richiede il seno della mamma tutte le volte che ha fame; alla sua età, in media, i bambini mostrano segnali di fame proprio 8-10 volte nelle 24 ore. Imporre delle regole restrittive, come quelle citate, susciterebbe solo proteste e opposizioni, come infatti è successo.

SPECIALE
Il primo anno
Dall’allattamento alle coliche, dal raffreddore al baby wearing, una guida per iniziare con il piede giusto
Scarica il PDF

Mettendo dei limiti alla fisiologica richiesta della bambina si può causare una produzione di latte materno inferiore alla quantità di cui la bambina ha bisogno e questo molto probabilmente costringerebbe prima o poi  la mamma ad aggiungere del latte artificiale. Infatti, le prime 6-8 settimane sono cruciali per la produzione del latte: è il periodo della “calibrazione”. La produzione del latte, cioè, viene calibrata in funzione delle richieste del bambino che succhia, ma se al bambino vengono date delle regole e gli viene impedito di succhiare quando ne ha bisogno si ha una calibrazione non adeguata e a un certo punto il latte non sarà più sufficiente.

Cosa si deve fare?

Dare retta ai bambini! A volte succede che gli operatori sanitari diano consigli inappropriati e, molto spesso, almeno per quanto riguarda l’allattamento, ciò deriva dal fatto che non sono stati formati sul sostegno alle mamme nella promozione dell’allattamento neanche durante le loro specializzazioni. Purtroppo, poi, questi consigli si diffondono anche fra i genitori.

Immagine per l'autore: Sergio Conti Nibali

Sergio Conti Nibali, pediatra, è responsabile del gruppo nutrizione dell’Associazione Culturale Pediatri e fondatore dei “No Grazie”. È tutor e valutatore per l’iniziativa “Insieme per l’allattamento” dell’UNICEF. È autore di oltre 200 pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali e internazionali, membro del comitato editoriale di Quaderni ACP e, da luglio 2016, direttore di UPPA.

Pubblicato il 11.05.2015 e aggiornato il 27.06.2018