Ambiente

La salute delle persone è condizionata dall’ambiente in cui vivono, da sempre UPPA promuove stili di vita sostenibili, un consumo intelligente e una gestione razionale delle risorse. La nostra cultura ci ha abituati allo spreco e al consumismo sfrenato, ma bisogna ripensare le nostre abitudini se volgiamo lasciare ai nostri figli un pianeta vivibile. Nella sezione dedicata all’ecologia trovate anche gli articoli di PUMP (Pediatri Per Un Mondo Possibile), un gruppo di lavoro interno all’Associazione Culturale Pediatri che studia le correlazioni tra l’inquinamento ambientale e la salute dei bambini. Date un’occhiata alla sezione dedicata all’autoproduzione: troverete tante idee da realizzare in casa insieme ai vostri bambini!

Idee anti spreco per un mondo migliore

Ambiente, Consumo intelligente di Mariarosaria Di Feola - Nutrizionista, Bolzano
anti spreco Esiste un’espressione, usata soprattutto parlando di cibo, che riecheggia da sempre attraversando secoli e popolazioni: «non si butta via niente». Ma la realtà è ben diversa. Secondo alcuni dati della FAO, nei paesi industrializzati vengono buttate più di 1,3 miliardi di tonnellate di cibo all’anno e, a livello europeo, si sprecano in media 180 kg di cibo pro-capite all’anno (in particolare in Italia sono 149 kg). Sarebbe opportuno impegnarsi sempre di più per togliersi di dosso l’etichetta di “spreconi” partendo dalla limitazione delle perdite produttive nelle aziende agricole. In caso di...

Attività da fare nella natura: orientarsi e cucinare sul fuoco

Ecologia di Silvia Kajon - Ingegnere ambientale
Ho organizzato una giornata con attività di orientamento, educazione ambientale nel bosco e con un’attività gastronomica per famiglie con bambini tra i 3 a 14 anni circa. L’area per l’escursione che ho scelto è stata Monte Venere, nel comune di Ronciglione, sul lago di Vico in provincia di Viterbo, ma può essere riprodotta in qualsiasi altro bosco (sempre rispettando la regolamentazione locale!). Materiale consigliato per tutti i partecipanti: Vestiti comodi, adatti al bosco; Zaino; Acqua a sufficienza per tutta la giornata; Giacchetto impermeabile (non era prevista pioggia, ma ci deve...

La guida completa ai pannolini ecologici

Ecologia
Il pannolino ecologico è una scelta che presenta molti vantaggi: permette di risparmiare una considerevole somma, riduce l’impatto ambientale, migliora il comfort del bambino e promuove l’autonomia riducendo anche il lavoro necessario per i genitori. Ecco una guida completa all’uso a cura dei pediatri Federico Marolla e Francesca Preziosi. L’acqua, il suolo, l’aria, il clima e gli esseri viventi del nostro pianeta stanno subendo le conseguenze dello stile di vita di tutti noi, forti consumatori delle risorse naturali che, con le nostre scelte quotidiane, contribuiamo a questi cambiamenti, a partire...

Inquinamento acustico e danni all’udito

Ecologia di Elena Uga - Pediatra, Vercelli e Giacomo Toffol - Pediatra, Pederobba
La legge italiana definisce l’inquinamento acustico come “l’introduzione di rumori nell’ambiente abitativo o nell’ambiente esterno tale da provocare fastidio o disturbo al riposo e alle attività umane, pericolo per la salute umana, deterioramento degli ecosistemi, dei beni materiali, dei monumenti, dell’ambiente abitativo o dell’ambiente esterno o tale da interferire con le legittime fruizioni degli ambienti stessi” (DL 477 del 26/10/1995). Esistono fondamentalmente due forme di inquinamento acustico alle quali sono esposti i nostri figli e che dobbiamo conoscere per evitare possibili danni: le fonti di rumore ambientale (il traffico stradale,...

Le caraffe filtranti: possibili fonte di batteri

Ambiente, Consumo intelligente di Elena Uga - Pediatra, Vercelli
Come quasi tutti nostri lettori sanno, UPPA ritiene che il consumo di acque in bottiglia, la cui vendita è incrementata in maniera esponenziale negli ultimi 30 anni, non è giustificato da una effettiva migliore qualità e salubrità dell’acqua, anzi. Le acque minerali, soprattutto se conservate in bottiglie di plastica, possono contenere sostanze chimiche rilasciate dalla plastica stessa ed hanno, inoltre, un forte impatto ambientale. L’acqua confezionata ha bisogno di molta energia per la produzione ed il trasporto, inoltre, le bottiglie diventano presto un rifiuto da smaltire. Il nostro modello di...

Interferenti endocrini: cosa sono?

Ecologia di Laura Reali - Pediatra, Roma e Elena Uga - Pediatra, Vercelli
interferenti endocrini I distruttori endocrini o interferenti endocrini sono sostanze in grado di interferire ed alterare l’equilibrio ormonale. Questi composti possono provocare danni spesso non evidenziabili nel breve termine. Per capire l’azione degli interferenti endocrini dobbiamo ricordare che le nostre ghiandole sono regolate da molecole chiamate ormoni, che viaggiano trasportate dal sangue ed agiscono sui tessuti e sugli organi, consentendo il normale funzionamento degli stessi. L’equilibrio ormonale è fondamentale per lo sviluppo del feto, per la crescita del bambino, per lo sviluppo sessuale e le attività riproduttive. Gli interferenti endocrini possono imitare l’azione di alcuni ormoni e quindi interferire con...

Passeggino: meglio a spinta

Consumo intelligente di Tiziana Cherubin - Grafica, Colle Umberto (TV)
Prima c’era la presa alla parete e quasi non serviva, poi è stato necessario aggiungere la “ciabatta” per attaccarci cellulari&company, adesso anche quella non basta più: un nuovo arrivato che pretende la sua ricarica, il passeggino. Finalmente abbiamo un passeggino dotato di motore, come qualsiasi mezzo di trasporto degno di questo nome. È un vizio di questi tempi: inventare qualcosa che ha bisogno di consumare energia per fare le stesse cose che facevamo prima utilizzando semplicemente mani e braccia. “Trita-sminuzza- affetta”, e così per grattugiare due carote ci sentiamo in dovere di mettere in funzione quell’ambaradam che...

Tecnologia senza limiti

Consumo intelligente di Tiziana Cherubin - Grafica, Colle Umberto (TV)
Chiariamo subito: prima di essere mamma una delle cose che mi ripromettevo per la continuità della mia vita sociale era “non parlare mai della cacca dei bambini in pubblico”, quindi se ora lo farò è solo per colpa di UPPA. Non ha neppure fatto in tempo a uscire che già girava su facebook l’immagine di questo prodotto, deriso da qualche mamma, ammirato da qualche nerd, è un vasetto con porta iPad. No, non un vaso da fiori, un vasìno (diminutivi e vezzeggiativi utili a esorcizzare la naturale avversione per l’escremento) di quelli per farci la...

Worm farm: trasformare i rifiuti organici in concime

Autoproduzione di Lorenzo Calia - Redazione di UPPA, Roma
Ogni anno in Italia vengono smaltiti più di 30 milioni di tonnellate di rifiuti urbani; di questi, oltre la metà è destinata alle discariche; il 10% finisce negli inceneritori, dove vengono bruciati ad altissima temperatura e ridotti in ceneri e gas, che vengono immessi nell’atmosfera; quasi un quarto, invece, viene sottoposto a “trattamento biologico meccanico”, o TMB e solo un misero 7% viene destinato alla produzione di compost. Il compost è una sostanza complessa derivata dalla decomposizione di materia organica per mezzo di micro e macro fauna, ovvero grazie a microorganismi e animaletti. Se pensiamo che...

Autoprodurre di germogli per un’alimentazione sana e diversificata

Autoproduzione di Elena Uga - Pediatra, Vercelli
germogli Le indicazioni dell’OMS sono chiare: cinque porzioni al giorno di vegetali. Ma se durante l’estate variare non è difficile, d’inverno è un po’ dura. Allora ecco la nostra proposta “autoproducibile”: germogli fatti in casa. I germogli non sono altro che semi che stanno iniziando a trasformarsi in pianta. Grazie agli enzimi presenti nel seme e attivati dal processo di germinazione, le sostanze nutritive all’interno del seme vengono scisse nei loro diversi componenti e perciò sono digeribili e subito disponibili. Un alimento energetico I semi e i germogli hanno un contenuto energetico...