Giochi e giocattoli per bambini

“I giochi dei bambini non sono giochi, e bisogna considerarli come le loro azioni più serie”, diceva il filosofo Michel de Montaigne.
Non a caso, da sempre, per il bambino, il gioco è molto di più di un semplice svago: è un vero e proprio lavoro, la sua attività principale.
Ecco una panoramica sui giochi didattici, fisici e di rappresentazione, tra tradizione e novità.

Gioco euristico: cos’è e quali sono i suoi benefici?

Francesca Perica, educatrice montessoriana, fondatrice e autrice del sito “Aiutami a fare da me”, si occupa di educazione collaborando anche con numerose riviste specialistiche
bambino gioca con la mamma al gioco euristico

Il gioco euristico, formalizzato da Elinor Goldschmied, è un’attività di grande rilevanza educativa, che permette di sostenere lo sviluppo motorio, sensoriale e cognitivo armonico nei più piccoli

Cestino dei tesori: a cosa serve e come crearlo

Francesca Perica, educatrice montessoriana, fondatrice e autrice del sito “Aiutami a fare da me”, si occupa di educazione collaborando anche con numerose riviste specialistiche
bambino gioca con cestino dei tesori

Attraverso l’osservazione diretta e sistematica dei bambini piccoli, Elinor Goldschmied comprese l’interesse primario di questi verso gli oggetti della vita di tutti i giorni, ovvero i “tesori” da inserire nel cesto.

Triangolo di Pikler: a cosa serve e come funziona

Francesca Perica, educatrice montessoriana, fondatrice e autrice del sito “Aiutami a fare da me”, si occupa di educazione collaborando anche con numerose riviste specialistiche
bambino si arrampica su triangolo di Pikler

Il bambino non ha bisogno che qualcuno gli “insegni” ad alzarsi o a camminare, ma piuttosto di un adulto presente e fiducioso e di strumenti, come il triangolo di Pikler, che agevolino la sperimentazione autonoma di posture e movimenti

Giochi da maschi e giochi da femmine?

Gianfranco Staccioli, scrittore e pedagogista
Bambine e bambini giocano a calcio

Il nostro patrimonio genetico è composto da elementi maschili e da elementi femminili, e l’idea di una divisione netta fra i due sessi, da un punto di vista scientifico, si sta rivelando superficiale. Inoltre le identità, oggi, vivono profondi cambiamenti, e proporre alle bambine solo ruoli casalinghi o destinare i giocattoli avventurosi esclusivamente ai maschi è un clamoroso “falso storico”

Disegniamo con le forbici!

Tiziana Cherubin, grafica e atelierista
Diverse forme ottenute con fogli di carta colorata e un paio di forbici

Lasciamo correre la fantasia e impariamo a creare una "scultura sospesa" di forme astratte, seguendo le orme di Matisse e Calder

Mani in pasta!

Tiziana Cherubin, grafica e atelierista
primo piano delle mani di una bambina che lavora l'argilla

Vediamo come realizzare creazioni originali con l'argilla o la pasta di sale sfruttando gli oggetti che troviamo in casa

Tutti pazzi per il frottage!

Tiziana Cherubin, grafica e atelierista
Bambino utilizza la tecnica del frottage

Anticamente impiegata per ricalcare i bassorilievi, questa tecnica venne reinventata da Max Ernst per i suoi collage surrealisti, offrendo così uno spunto stimolante e divertente anche per i più piccoli nell'esplorazione degli oggetti che ci circondano

Oggi facciamo una scultura!

Tiziana Cherubin, grafica e atelierista
Bambino lavora con attrezzi sul tavolo

Uno specchio e della carta d'alluminio. Tanto basta al bambino per esplorare il meraviglioso mondo della scultura. Ce ne parla la grafica e atelierista Tiziana Cherubin

Andiamo a giocare… in cortile

Maria Cristina Stasi, pedagogista

Cortili, marciapiedi e piazze, da secoli, in tutto il mondo, hanno ospitato il gioco dei bambini prima di essere invasi da macchine e tavolini dei bar

L’arte per allenare la mente e l’intelligenza delle mani

Serena Trusso, Responsabile progetto Creallenamente
Bambino che mostra le mani colorate a regola d'arte

Creallenamente è un progetto che utilizza l’arte come pretesto per allenare la mente dei bambini alla creatività e abituarli a usare le mani, a sviluppare l’intelligenza pratica e il senso estetico

Giochi e pericoli: perché è sano rischiare un po’

Vincenzo Calia, pediatra e giornalista, ha fondato e poi diretto per 16 anni Uppa magazine

Un atteggiamento iperprotettivo verso i bambini non favorisce il loro bisogno di sperimentare per crescere, anche correndo qualche piccolo rischio

Giocare con l’acqua

Maria Cristina Stasi, pedagogista

Ai bambini piace giocare con l'acqua, soprattutto in estate. Vediamo giochino più articolato dei classici gavettoni al quale può partecipare tutta la famiglia

Giocare con il pericolo

Marisa Laura Corgiolu, pediatra

Per preparare i bambini ad essere responsabili, pronti a gestire eventuali imprevisti, è importante fargli avere un confronto anche con situazioni potenzialmente pericolose. Ecco un gioco per riuscire a maneggiare un phon senza rischi.