Babywearing

Con il termine babywearing si fa riferimento alla tecnica di maternage di portare il bambino addosso, con l’ausilio di fasce o marsupi. Il babywearing permette di creare un ponte tra genitori e bambini, riuscendo così ad accettare e rispettare le aspettative di entrambi.

In questa sezione di Uppa potrete trovare tutte le informazioni utili sul babywearing, scoprire quale tipologia di supporto scegliere e quali sono i benefici di questa tecnica di accudimento tra le più antiche al mondo, riscoperta solo di recente dalla cultura europea.

Fascia porta bebè e altri supporti: come scegliere?

Simona Nigro, pediatra
Fascia porta bebè per il babywearing

“Portare” il bambino è una delle pratiche di accudimento più antiche. In questo articolo, le tipologie di fasce porta bebè e i supporti più raccomandati, oltre alle indicazioni e alle raccomandazioni degli esperti

Cosa ha a che fare il babywearing con le coliche?

Costantino Panza, specializzato in Pediatria e Neonatologia, collabora con l’Associazione Culturale Pediatri, Nati per la musica ed è autore di numerosi articoli scientifici e di divulgazione

Gli studi dimostrano che il babywearing riduce le coliche e favorisce una migliore sincronizzazione motoria del bambino

Babywearing: portare il bambino addosso

Esther Weber, giornalista
Babywearing tra mamma e figlio

Voler stare in braccio non è un capriccio: è una necessità fisiologica che il bambino ha maturato durante l'evoluzione della nostra specie. Il babywearing può venire incontro alle esigenze di genitori e figli, consentendo un contatto costante e al contempo libertà di movimento

Babywearing e Kangaroo mother care

Sonia Bozzi, Redattrice

Il contatto fisico con tra il neonato e i suoi genitori ha enormi vantaggi per lo sviluppo del piccolo e favorisce la creazione di un legame di attaccamento solido e sicuro