Sonno in età pediatrica

«Perché non dorme?» una domanda che tutti i genitori si pongono nel momento in cui nasce il proprio bambino. Avrà le coliche? Non avrà mangiato abbastanza? Sarà normale che non ha mai sonno? Ma non starà dormendo troppo?

Il sonno dei bambini è un tema che sta molto a cuore ai genitori, che spesso si interrogano se sia normale che il piccolo non dorma mai o dorma troppe ore e si domandano se per caso non stiano sbagliando qualcosa. Il sonno di neonati e bambini è differente da quello degli adulti, i più piccoli in generale dormono di più, dal momento che il sonno influisce sulla loro crescita in molti aspetti, ma con cicli di durata differente dalle persone grandi.

In questa rubrica, dedicata al sonno dei bambini, gli specialisti di Uppa spiegheranno tutti i segreti del sonno dei più piccoli, chiarendo l’importanza della routine e come riuscire a gestire al meglio l’addormentamento.

Come addormentare un neonato

Giulia Chiari, psicologa perinatale
neonato addormentato

Non occorre seguire un manuale per “insegnare a dormire”. L’ascolto dei segnali con cui il neonato comunica i propri bisogni, e la fiducia che sia in grado di esprimerli, consentono agli adulti di costruire con lui una relazione soddisfacente fin dai primi giorni di vita

Sonnambulismo nei bambini: perché avviene?

Anna Maria Bagnato, pediatra, dirigente medico in servizio presso il reparto di Neonatologia dell’ospedale di Crotone. Nel corso della sua specializzazione ha approfondito la Reumatologia e le Emergenze pediatriche del neonato e del bambino
Bambino durante un episodio di sonnambulismo

Il sonnambulismo, disturbo del sonno di natura benigna, può manifestarsi dai 2 anni di età in su e continuare anche in età adulta. La probabilità di essere sonnambuli è tre volte superiore nei bambini con un solo genitore che presenta questo disturbo e aumenta di sette volte nel caso di bambini con entrambi i genitori sonnambuli

Parasonnie e altre stranezze durante il sonno

Gherardo Rapisardi, pediatra e neonatologo, responsabile della formazione Brazelton dell’ospedale Meyer di Firenze
Bambino che ha difficoltà col sonno

Durante il sonno i bambini possono compiere movimenti involontari e manifestare forti emozioni. Si tratta di comportamenti fisiologici, benigni, più frequenti nei bambini che negli adulti, e che quasi sempre scompaiono da soli o si riducono di frequenza e intensità con lo sviluppo

Come superare le difficoltà nel sonno, passo dopo passo

Gherardo Rapisardi, pediatra e neonatologo, responsabile della formazione Brazelton dell’ospedale Meyer di Firenze
Bambina ha difficoltà a prendere sonno

Il sonno è un bisogno fondamentale e i bambini cercano di soddisfarlo con i mezzi a loro disposizione. Ecco quali sono i principali fattori che aiutano il piccolo a dormire serenamente nelle diverse fasi dello sviluppo psicomotorio

Alla conquista del sonno

Annalisa Perino, pedagogista montessoriana
Bambino dorme col suo gioco accanto

Quando si parla di sonno non esistono abitudini giuste o sbagliate a priori; ciò che funziona per un bambino potrebbe non essere utile per un altro.

Come sognano i bambini

Alberto Oliverio, neurobiologo
Bambino che dorme

Per comprendere come sognano i bambini e le particolarità del sonno infantile possiamo partire da quanto avviene nel cervello di un adulto durante l’attività onirica

Il sonno del neonato e del bambino, dalla nascita ai primi anni

Sara Lanzini, psicologa perinatale e dell’età evolutiva, socia ordinaria e membro del consiglio direttivo dell’Associazione Scientifica Italiana di Psicologia Perinatale
Manina di un bambino durante il sonno

Il sonno è una parte molto importante della vita dei bambini, poiché influisce in maniera significativa sulla crescita. Vediamo quali sono le sue caratteristiche e come aiutare i nostri figli a prepararsi al meglio all’ora della nanna

Come dormono i bambini nel mondo?

Annamaria Moschetti, pediatra, presidente della Commissione Ambiente dell’Ordine dei Medici di Taranto, membro della Commissione Ambiente della FNOMCeO e membro del gruppo Pediatri per Un Mondo Possibile
Mamma e bambino che dormono a contatto

Nella maggior parte del mondo si segue un modello di allevamento dei bambini ad alto contatto fisico, e vale anche per il sonno: dormire insieme è abitudine diffusa e condivisa

Quando neonati e bambini non dormono

Annamaria Moschetti, pediatra, presidente della Commissione Ambiente dell’Ordine dei Medici di Taranto, membro della Commissione Ambiente della FNOMCeO e membro del gruppo Pediatri per Un Mondo Possibile
bambino che non dorme

C’è una sola cosa capace di chiudere le porte al sonno: l’insicurezza. La percezione o il timore di un pericolo bloccano il sonno, perché tutelare la sopravvivenza è il primo obiettivo della natura

La ninna nanna: una tecnica di rilassamento quasi infallibile

Luisella Rosatti, musicista
Mamma culla il proprio bambino

Tra i vari rituali dell’addormentamento, la ninna nanna dovrebbe occupare un posto privilegiato. Da sempre, infatti, rinforza il legame tra mamma e bambino

Pavor nocturnus: cos’è e come gestirlo

Paolo Roccato, psicoanalista
Bambina e pavor nocturnus

Come il più noto sonnambulismo, il pavor nocturnus rientra nelle parasonnìe, ovvero perturbazioni non patologiche del sonno. È piuttosto frequente, di solito compare fra i 2 e i 12 anni e scompare in adolescenza

Co-sleeping: dormire con il bambino nel lettone

Anna Maria Moschetti, pediatra, presidente della Commissione Ambiente dell’Ordine dei Medici di Taranto, membro della Commissione Ambiente della FNOMCeO e membro del gruppo Pediatri per Un Mondo Possibile
Co-sleeping tra mamma e bambino

Fino a che età genitori e bambini possono dormire insieme? Vanno messi dei limiti o si può lasciare ai nostri figli la libertà di scegliere quando smettere? Cosa dice la scienza? Lo spiega la pediatra

Il sonno dei bambini: uno studio ne rivela i segreti

Anna Maria Moschetti, pediatra, presidente della Commissione Ambiente dell’Ordine dei Medici di Taranto, membro della Commissione Ambiente della FNOMCeO e membro del gruppo Pediatri per Un Mondo Possibile
Bambino che dorme in braccio alla mamma

Secondo uno studio dell'Associazione Culturale Pediatri le abitudini del sonno dei bambini si regolano e normalizzano progressivamente in maniera naturale e spontanea

Sonno: come nasce l’insonnia dei bambini

Anna Maria Moschetti, pediatra, presidente della Commissione Ambiente dell’Ordine dei Medici di Taranto, membro della Commissione Ambiente della FNOMCeO e membro del gruppo Pediatri per Un Mondo Possibile
Bambino sbadiglia

Negli ultimi decenni, nel mondo occidentale si sono moltiplicati i disturbi di sonno nell'infanzia, divenuti un problema di ordine sanitario di notevoli dimensioni interessando fino al 45% dei bambini