Perché il progesterone in gravidanza è così importante?

Fin dal concepimento e durante tutta la gestazione questo ormone svolge diverse funzioni. In particolare, serve a preparare l’utero per l’impianto dell’embrione e favorisce la fisiologica prosecuzione della gestazione

Immagine per l'autore: Ilaria Lemmi
Ilaria Lemmi , ostetrica
donna in gravidanza con valori del progesterone nella norma

Oltre a ricoprire un ruolo fondamentale nella regolarità del ciclo femminile, il progesterone svolge una funzione importante nel percorso della gravidanza. Questo ormone, infatti, permette al corpo materno di modificarsi per accogliere al meglio il feto, creando l’ambiente più adatto per il suo sviluppo e la sua crescita. Non solo: una carenza di questa sostanza può compromettere la normale evoluzione della gestazione.

In questo articolo approfondiremo quali sono le funzioni del progesterone in gravidanza e cosa fare in caso di valori bassi, evenienza che può riguardare molte donne. 

Progesterone in gravidanza: cos’è e a cosa serve?

Il progesterone è un ormone steroideo prodotto a partire dal colesterolo. Ricopre una funzione chiave nel corretto svolgimento delle varie fasi del ciclo mestruale, e il suo ruolo è strettamente legato alla capacità di avviare e mantenere una gravidanza. Insieme ad altri ormoni infatti, tra cui l’estrogeno, il progesterone serve a preparare l’utero per l’impianto dell’embrione e favorisce la fisiologica prosecuzione della gestazione. 

In seguito al concepimento, il progesterone svolge diverse funzioni. In un primo momento serve a stabilizzare su livelli ottimali la proliferazione dell’endometrio (la mucosa che ricopre la cavità interna dell’utero) e a favorire così l’impianto dell’embrione. In seguito, invece, permette all’utero di rimanere morbido per tutto il corso della gravidanza, prevenendo contrazioni e indurimenti. Successivamente, sarà compito prima del trofoblasto (tessuto cellulare che dà origine alla placenta) e poi della placenta stessa occuparsi di produrre livelli adeguati di progesterone per mantenere l’utero rilassato e proteggere la gravidanza dalla minaccia di parto prematuro.

Per favorire il parto, invece, il progesterone diminuisce; cambiano gli equilibri ormonali in modo tale da favorire la maturazione polmonare del bambino e preparare l’utero al travaglio di parto.

Valori del progesterone in gravidanza 

Se non si presentano motivi particolari, non vi è necessità di esaminare i valori del progesterone in gravidanza. La conoscenza del dosaggio di questo ormone, i cui valori cambiano in base al giorno del ciclo mestruale in cui viene prelevato, può essere invece utile in caso di poliabortività (quando cioè si sono verificati tre o più aborti precedenti) e in caso di infertilità e fecondazione assistita.

In un ciclo mestruale regolare, con l’ovulazione che avviene il 14° giorno dall’inizio della mestruazione, il picco di progesterone si verifica subito dopo l’ovulazione e dà inizio alla cosiddetta “fase luteinica” (la seconda metà del ciclo, che parte dall’ovulazione e termina con l’inizio della mestruazione). I livelli alti di progesterone continuano poi ad aumentare fino al 28° giorno, quando crollano determinando lo sfaldamento dell’endometrio e la mestruazione, se non si è verificata la fecondazione. 

I livelli di progesterone continuano invece a rimanere alti in caso di fecondazione e preparano il corpo della donna ad accogliere al meglio l’embrione. Livelli bassi sono associati a una maggiore probabilità di infertilità e di aborto spontaneo. 

I valori del progesterone non sono standardizzabili e devono essere considerati in base alle caratteristiche di ogni paziente. La valutazione solitamente viene eseguita nelle donne che devono iniziare un percorso di fecondazione assistita e che stanno svolgendo esami per sospetta infertilità. In una donna che ha più di 40 anni, per esempio, è fisiologico trovare valori leggermente più bassi di progesterone, con una conseguente fase luteinica più fragile. 

Ricordiamo che, comunque, una carenza di progesterone può essere solo una delle cause che determina la sterilità, che purtroppo rimane ancora oggi un problema molto complesso e delicato. Quello che sappiamo, però, è che quando sono presenti dei fattori di rischio, come l’infertilità, la poliabortività e la minaccia di parto prematuro, può essere indicata la somministrazione di progesterone in gravidanza.

Progesterone in gravidanza: serve assumerlo con valori bassi?

È utile assumere progesterone in gravidanza? L’uso del progesterone come terapia nei casi di minaccia di aborto e parto pretermine è un argomento dibattuto da molti anni. La comunità scientifica sembra essere d’accordo sull’utilizzo di questo ormone solo nei seguenti casi:

  • minaccia di aborto in donne con precedenti aborti spontanei;
  • minaccia di parto pretermine prima della 37^ settimana, in donne con accorciamento del collo dell’utero e assenza di contrazioni uterine;
  • donne con storia di parto prematuro, rottura prematura delle membrane o aborto nel secondo trimestre di gravidanza.

Per quanto riguarda la modalità di somministrazione del progesterone in gravidanza, attualmente si ritiene che la strada più sicura sia per via vaginale, tramite ovuli o creme, poiché in questo modo si riducono gli effetti collaterali sistemici e si ottiene una maggiore concentrazione del farmaco a livello locale.

Le somministrazioni per bocca di progesterone sono invece associate a effetti collaterali quali sonnolenza, cefalea e stanchezza in gravidanza. Non sono segnalati effetti collaterali sul bambino.

Per quanto tempo si può assumere il progesterone in gravidanza?

L’utilizzo del progesterone in gravidanza deve essere prescritto e sorvegliato dal medico, che indicherà alla gestante anche le tempistiche della terapia indicata. Tendenzialmente, in caso di minaccia di aborto la sospensione avviene col raggiungimento della 12^ settimana di gestazione, quando si ritiene che la placenta da sola possa far fronte alla produzione ormonale ottimale. 

Nel caso di una donna con una precedente storia di parto prematuro si può programmare una supplementazione di progesterone a partire dalla 16^ settimana di gravidanza fino alla 36^. Lo stesso può avvenire anche in caso di minaccia di parto prematuro per accorciamento del collo dell’utero in assenza di contrazioni uterine.Per i percorsi di fecondazione assistita, la terapia è più complessa, va personalizzata sulla gestante e viene chiaramente prescritta prima della gravidanza.

Immagine per l'autore: Ilaria Lemmi
Ilaria Lemmi

Ostetrica, si è occupata a lungo di cooperazione internazionale e di progetti sostegno alle salute delle donne migranti. Dal 2007 al 2009 fa parte del pool di ostetriche che danno vita al Centro nascita “Margherita” dell’Azienda Universitaria di Firenze che si occupa del travaglio e del parto fisiologici a esclusiva conduzione ostetrica. Dal 2014 lavora nell’Ospedale Santa Maria Annunziata nel reparto di Ostetricia e in sala parto.

Bibliografia
  • Rogerio A. Lobo, The role of progestins in hormone replacement therapy, «American Journal of Obstet and Gynecology», giugno 1992; 166(6, parte 2), pp. 1997-2004.
  • AA.VV., Physiology: Electromechanical activities of human uteri during extra-corporeal perfusion with ovarian steroids, «Human Reproduction», ottobre 1993; 8:1558-63. 
  • Nathanielsz, P.W., Comparative studies on the initiation of labor, «Eur J Obstet Gynecol Reprod Biol», giugno 1998, 78(2), 127-132. 
  • Royal College of Obstetricians and Gynaecologist, Progesterone could prevent 8,450 miscarriages a year, finds new research, «rcog.org.uk», gennaio 2020.
  • AA.VV., Vaginal progesterone reduces the rate of preterm birth in women with a sonographic short cervix: a multicenter, randomized, double-blind placebo-controlled trial, «Ultrasound Obstet. Gynecol.», luglio 2011;38(1):18-31.
  • AA.VV., Prophylactic administration of progesterone by vaginal suppository to reduce the incidence of spontaneous preterm birth in women at increased risk: a randomized placebo-controlled double-blind study, «Am J Obstet Gynecol.», febbraio 2003, 188:419-24.
Articolo pubblicato il 11/02/2022 e aggiornato il 22/09/2022
Immagine in apertura kupicoo / iStock

Condividi l'articolo