L'alimentazione dei bambini

L’alimentazione è uno dei fattori che influiscono maggiormente sulla salute dei bambini e degli adulti.
Il latte è il primo alimento che il neonato assume alla nascita e che sarà sufficiente a fornirgli tutti i nutrienti specifici per la sua crescita fino al sesto mese di vita. Successivamente, con l’avvio dell’alimentazione complementare a richiesta, come più propriamente viene definito l’autosvezzamento, il bambino viene a contatto con gli alimenti che trova a tavola, per cui è importante che i genitori abbiano dei comportamenti alimentari salutari e rispettino le regole di una buona nutrizione, evitando cibi dannosi e dando preferenza ad alimenti non processati e a filiera corta.
Ecco quindi che l’educazione alimentare dei bambini passa attraverso l’imitazione delle abitudini alimentari dei genitori; stare a tavola con gli adulti comporta anche un coinvolgimento relazionale ed è un’occasione per educare e per confrontarsi.
Esistono molti modi per trasformare gli alimenti che acquistiamo in appetitosi piatti da condividere in famiglia: di ricette ne esistono tantissime e quelle delle tradizioni locali andrebbero custodite e tramandate alle future generazioni.
Una dieta sana, equilibrata e varia è il punto di partenza per il benessere e il primo passo per prevenire alcune tra le malattie più diffuse come l’obesità infantile.

Ragadi del capezzolo: cause e rimedi

Sergio Conti Nibali, pediatra e consulente scientifico di Uppa
Corretta posizione per evitare ragadi del capezzolo

Se la suzione del bambino procura un dolore intenso bisogna capire cosa lo provoca e intervenire. La causa più frequente è la ragade del capezzolo, che non curata può portare all’interruzione dell’allattamento

Allattamento prolungato: cosa c’è da sapere

Elena Uga, pediatra
Allattamento prolungato al seno tra mamma e bambino

È un argomento spesso controverso, che vede schierate una contro l’altra fazioni opposte. Ma cosa ci insegnano la medicina e l’antropologia sull’allattamento prolungato? Vediamolo insieme e sfatiamo qualche falso mito

Allattare i gemelli: come fare?

Paola Bortolazzo, infermiera e consulente IBCLC
Statua di lupa che allatta due gemelli

La gemellarità è un fattore di rischio per i neonati, per l’incidenza di parti pretermine, dunque l’allattamento al seno è altamente auspicabile visti i benefici del latte materno. Vediamo alcune raccomandazioni

I bambini possono bere caffè?

Vincenzo Calia, pediatra e fondatore di Uppa
Tazzine di caffè e caffettiera giocattolo

Sul consumo di caffeina per i bambini non esiste una regola univoca ma ci si affida alla sensibilità individuale. Un po’ di caffè, magari per insaporire il latte, si può dare a qualsiasi età, osservando però con attenzione se al bambino piace e se disturba il suo sonno

Lo svezzamento visto dai bambini: un racconto insolito…

Lucio Piermarini, pediatra e autore
Utensili da cucina giocattolo

Se nel delicato periodo dello svezzamento impariamo a cogliere i segnali e il “linguaggio” dei bambini, potremmo capire cosa ne pensano di pappe e pappette

Crème caramel: una crema da leccarsi i baffi

Caterina Vignuda, pediatra

Un dolce delizioso da cucinare in modo semplice e con le proprie mani, più gustoso dei budini commerciali. Bastano due uova, dello zucchero, del caramello e un po’ di latte

Obesità: un approccio psicologico

Paolo Roccato, psicoanalista

Se vogliamo diminuire il ricorso a un piacere come il cibo, dobbiamo programmare l'aumento di altri piaceri, così da mantenere un equilibrio appropriato, favorendo ad esempio i giochi sociali di movimento e, più in generale, tutte le attività salutari che possono arricchire la vita

Scaloppine alle erbe aromatiche

Caterina Vignuda, pediatra

Spesso i bambini non amano la carne perché fanno fatica a masticarla. Questa ricetta risolve il problema in modo molto semplice, utilizzando della carne affettata sottile e dandole un sapore gustoso

Allattamento al seno: benefici per mamma e bambino

Riccardo Davanzo, pediatra neonatologo
Suzione del bambino al seno

L’allattamento al seno porta con sé un bonus di salute non solo nei riguardi delle malattie infettive ma anche di condizioni come le allergie, l’obesità, l’armonico sviluppo neurointellettivo e del sistema immunitario

Muffin all’arancia

Caterina Vignuda, pediatra

Una ricetta che offre una valida alternativa alle merendine industriali, divertente da preparare anche insieme ai nostri bambini e buona da mangiare

Polpette di melanzane

Caterina Vignuda, pediatra

Bastano una melanzana, un uovo, due foglioline di menta, del pangrattato e del Parmigiano per ottenere delle sfiziose polpette che piaceranno a grandi e piccini

Svezzamento: quattro miti da sfatare

Stefano Gorini, pediatra di famiglia

Intorno ai sei mesi di vita il bambino è pronto per autosvezzarsi: sedersi a tavola con i genitori e cominciare ad assaggiare il cibo dei “grandi”. Sull’autosvezzamento, però, esistono diversi miti da sfatare

Bambini troppo grassi: un problema diffuso

Lucio Piermarini, pediatra e autore
Bambino che mangia un panino con hamburger

Il 20% dei bambini europei è in sovrappeso e un terzo di questi sono obesi. In attesa che la scienza trovi altre soluzioni al problema, è necessario applicare il buon senso e favorire maggiormente attività di movimento piuttosto che sedentarie

Olio di fegato di merluzzo: consigliato per i bambini

Luigi Greco, professore di pediatria
Capsule di olio di fegato di merluzzo

Ricco di omega-3 (contenuto anche nel latte materno) e di acidi grassi polinsaturi a lunga catena, l’olio di pesce possiede diverse virtù: la sua natura antinfiammatoria contrasta malattie come l’arteriosclerosi, l’artrite reumatoide, il morbo di Crohn e le bronchiti asmatiche

Autosvezzamento in sette semplici passi

Lucio Piermarini, pediatra e autore
Gesti che indicano un approccio all'autosvezzamento

Al momento dello svezzamento, i bambini posseggono un’istintiva capacità di adattare la dieta alle proprie individuali necessità. Basta seguire pochi semplici passi per favorire questo processo e introdurre un’alimentazione varia, sana e corretta

Come si sviluppano le preferenze alimentari?

Mariarosaria Di Feola, nutrizionista
Bambina che allunga le mani verso una ciotola di fragole su un tavolo blu

Le preferenze alimentari di un bambino sono il risultato di diversi aspetti: il gradimento innato per i cibi dolci, la tendenza a rifiutare alimenti nuovi e il modo in cui essi vengono presentati, le abitudini familiari, l’educazione scolastica e l’influenza della pubblicità e della televisione

Tutte le virtù del pomodoro

Luigi Greco, professore di pediatria
ciotola su un tavolo piena di pomodori

Nel pomodoro è contenuto il licopene, che protegge le cellule contro i processi di ossidazione che favoriscono invecchiamento, arteriosclerosi e sviluppo di cellule cancerose. Questo alimento può essere introdotto nelle prime pappe già intorno ai 6-7 mesi sotto forma di salsa

Crocchette di pollo

Caterina Vignuda, pediatra
pollo

Ecco un’idea per affrontare e prevenire le situazioni in cui si ha poco tempo per cucinare: una ricetta nutriente e al tempo stesso veloce da preparare

Latte artificiale: liquido o in polvere?

Sergio Conti Nibali, pediatra e consulente scientifico di Uppa
Latte di formula in polvere

In commercio esistono diversi tipi di latte, che vanno adeguatamente preparati e conservati per poterli usare senza problemi. Vediamo le indicazioni del pediatra

Farmaci in allattamento: indicazioni utili

Vincenzo Calia, pediatra e fondatore di Uppa

Nonostante le riserve e le cautele dei bugiardini, i farmaci che, passando nel latte, possono veramente danneggiare il bambino sono pochissimi e tutti di uso non comune

Sostituti del latte materno: le insidie della pubblicità

Sergio Conti Nibali, pediatra e consulente scientifico di Uppa
Latte in polvere per preparare latte artificiale

I sostituti artificiali del latte materno sono numerosi, ma non c’è alcuna prova scientifica affidabile riguardo alla loro utilità e dunque non dovrebbero trovare spazio nella nutrizione del lattante

Page 1 Page 4 Page 5 Page 6 Page 7