Psicologia

“Mens sana in corpore sano” dicevano i latini, e noi di UPPA non siamo da meno. Il pediatra non si occupa solo di bambini malati, ma anche della famiglia. In questa rubrica affrontiamo il tema della psiche: il mestiere di genitore, la risoluzione dei conflitti, l’incontro tra il mondo dei grandi e quello dei piccoli, le punizioni e lo sviluppo psicofisico dei bambini sono solo alcuni dei temi trattati in questa sezione. Gli esperti del settore vi assisteranno nel mestiere più difficile e più bello del mondo.

Paolo Roccato,
psicoanalista
Bambina che prova rabbia

La rabbia è un'emozione difficile da gestire sia per chi la prova sia per chi ne è oggetto. Lo psicoanalista Paolo Roccato ci aiuta a capire come affrontarla

Paolo Roccato,
psicoanalista
Bambina con le mangi giunte in preghiera

È importante accompagnare i bambini nella riflessione quando questi sperimentano le prime angosce relative alla morte. I messaggi positivi che i genitori possono trasmettere, in questi casi, sono tanti

Giuseppe Sparnacci,
psicoterapeuta
Bambino gioca con una macchinina

Il pensiero del bambino prescinde dai vincoli causali di tempo e di spazio, propri del pensiero logico degli adulti, e investe tutto il reale di animismo. Tutto ciò assolve a diverse funzioni

Anna Maria Cester,
pediatra e psicoterapeuta
Mani di bambino che gioca con la sabbia come previsto dalla Sand play theory

La psicoterapeuta Anna Maria Cester ci spiega che cos’è la sand play therapy, come funziona, e perché è molto utile nelle terapie psicologiche per i bambini

Paolo Roccato,
psicoanalista
Bambina e pavor nocturnus

Come il più noto sonnambulismo, il pavor nocturnus rientra nelle parasonnìe, ovvero perturbazioni non patologiche del sonno. È piuttosto frequente, di solito compare fra i 2 e i 12 anni e scompare in adolescenza

Paolo Roccato,
psicoanalista
Bambino in lutto che si tiene la testa tra le mani

Il bambino dev’essere aiutato nell’elaborazione del proprio lutto: bisogna spiegargli che la persona cara è morta, e che cosa vuol dire morire, lasciandogli il tempo di capire e di esprimere le sue emozioni

Paolo Roccato,
psicoanalista

È necessario che i bambini conoscano e accettino i propri limiti, che imparino a riconoscere e rispettare sì le proprie esigenze, ma anche quelle altrui

Paolo Roccato,
psicoanalista
Primo piano di piedi di un adolescente sdraiato su un prato

Il rapporto tra genitori e adolescenti non è sempre facile e può comportare traumi grandi e piccoli per entrambi. Ce ne parla lo psicoanalista Paolo Roccato

Fulvio Scaparro,
psicologo

Come affrontare la separazione senza danneggiare i figli e mantenendo le proprie responsabilità di genitore.

Paolo Roccato,
psicoanalista
Bambino abbracciato alla mamma per l'ansia da separazione

Quando un bambino cresce è normale che compensi l'agitazione per le nuove sfide con un aumento della cosiddetta ansia da separazione. Non c'è da preoccuparsi, è sufficiente dare al bambino le attenzioni in più che chiede

Paolo Roccato,
psicoanalista
Mani che tengono un'altra mano di persona con una malattia

I bambini, per imparare a orientarsi nella vita, cercano di capire come funziona il mondo e come possono interagirvi adeguatamente. Fanno così dei collegamenti logici molto rigorosi, basati sulla loro esperienza diretta, che però è molto limitata e quindi esposta a errori di valutazione, di solito per generalizzazione di eventi particolari. È quello che accade, per esempio, nel caso di malattia e cattiveria.

Paolo Roccato,
psicoanalista
Bambini fratelli

Lo psicoanalista Paolo Roccato ci spiega cosa avviene nella nostra mente quando sta per arrivare un nuovo bambino

Paolo Roccato,
psicoanalista
Due fratellini che leggono uno accanto all'altro

Quando la famiglia si allarga, di solito i fratellini o le sorelline più grandi reagiscono con gelosia al nuovo arrivato. È un sentimento naturale che non va negato, ma bisogna insegnare a capirlo e a gestirlo

Sonia Bozzi,
Redattrice

Il coinvolgimento paterno comporta benefici sullo sviluppo dei bambini: a dimostrarlo è uno studio dell'Università di Uppsala, in Svezia

Page 1 Page 2