Farmaci

I farmaci sono lo strumento della medicina per eccellenza, ma vanno usati con giudizio. Possono avere effetti dannosi e conseguenze a lungo termine (come ad esempio quelle dovute all’abuso di antibiotici), oppure migliorare la salute delle persone sconfiggendo malattie un tempo mortali come le vaccinazioni.

Funziona l’omeopatia?

di Vitalia Murgia - Pediatra, Padova
L’omeopatia è un sistema di cura alternativo alla medicina convenzionale, ideato e sviluppato nel 1790 dal medico tedesco Samuel Hahnemann a partire dalla convinzione che “i simili sono curati dai simili”. Per definire il suo metodo di cura, Hahnemann coniò il termine “omeopatia” dal greco omios (somigliante/simile) e pathos (sofferenza/malattia). Secondo Hahnemann, una qualunque sostanza, che assunta in dosi ponderali da un soggetto sano può causare segni e sintomi patologici, è in grado, se somministrata in dosi estremamente diluite, di curare un soggetto malato con quegli stessi segni e sintomi...

Arnica: una pianta dalle proprietà medicinali

di Vitalia Murgia - Pediatra, Padova
L’arnica (Arnica montana) è una pianta medicinale della famiglia delle asteracee che cresce nelle regioni montagnose dell’Europa e del Nord America. Per preparare le centinaia di specialità contenenti arnica che vengono vendute in tutto il mondo, oltre alla A. montana, si coltiva intensamente anche l’A. chamissonis. Diversamente da altre piante medicinali l’arnica non veniva usata nei tempi antichi. È Ildegarda di Bingen, una monaca benedettina vissuta tra il 1098 e il 1179, che, nel suo libro De arboris, la cita per la prima volta come pianta utile per il trattamento...

Vaccino meningococco C: vediamoci chiaro

di Rosario Cavallo - Pediatra, Salice Salentino
La sepsi e la meningite da meningococco, a causa della loro grande letalità e forse ancor di più a causa della loro evoluzione che può essere rapidissima (tanto da meritare la definizione di “fulminante”) rappresentano un grave motivo di preoccupazione per i genitori, anche se per fortuna si tratta di malattie non molto frequenti. Secondo i dati dell’Istituto Superiore di Sanità, ogni anno si registrano in Italia tra 250 e 300 casi; i più colpiti sono i bambini piccoli (meno di un anno), 3 casi ogni 100 mila bambini; sotto...

La Passiflora, concilia il sonno

di Vitalia Murgia - Pediatra, Padova
passiflora La Passiflora (Passiflora incarnata) era usata dalle popolazioni delle Ande peruviane. I coloni spagnoli che si stabilirono nelle coste del Messico scoprirono che gli indigeni usavano l’infuso della pianta per calmare i nervi, come tonico e per curare molti altri disturbi. Deve il nome alla bellezza e alla struttura dei suoi fiori, che si pensava fossero il simbolo della passione di Cristo: la corona di spine era simbolizzata dal circolo dei filamenti, le stimmate dai cinque stammi, i chiodi dai tre stigmi. Gli infusi e altri estratti più concentrati di...

Vaccinazioni: effetti collaterali

di Luciana Nicoli - Pediatra, Bologna e Rosario Cavallo - Pediatra, Salice Salentino
effetti collaterali vaccinazioni Dopo la somministrazione di un vaccino è possibile la comparsa di effetti collaterali, proprio come capita con i farmaci nella cura delle malattie, o dopo l’iniezione di un mezzo di contrasto per l’esecuzione di un esame diagnostico. Questo è tollerato quando è in corso una terapia, ma quando si tratta di vaccinazioni, cioè di un intervento preventivo su un bambino perfettamente sano, mal si sopporta la possibilità che si verifichino reazioni. Per questo si richiede che un vaccino sia efficace, cioè determini lo sviluppo delle difese immunitarie, ma non causi...

Vaccinazioni: precauzioni e controindicazioni

di Rosario Cavallo - Pediatra, Salice Salentino e Luciana Nicoli - Pediatra, Bologna
Le vaccinazioni vengono somministrate a diverse età, a partire dai primi mesi di vita, sono un intervento relativamente semplice, efficace e utile. In linea di principio i bambini possono essere vaccinati sempre, tranne quei pochi che si trovano in una condizione che li espone al rischio di gravi reazioni (controindicazioni) o che può aumentare il rischio di reazioni o compromettere la capacità del vaccino di stimolare efficacemente il sistema immunitario (precauzioni). Controindicazioni Le controindicazioni possono essere temporanee, e quindi la vaccinazione va solo rimandata, o permanenti, e quindi la vaccinazione...

Breve storia delle vaccinazioni

di Franco Panizon - Pediatra e docente, Trieste
La storia delle vaccinazione è una storia che non interessa solo i medici. È una grande storia, una storia della società, per alcuni versi eroica, per altri democratica, che non nasce tra gli scienziati ma tra il popolo, e poi tra gli intellettuali, e che finisce in mano ai medici, e dalle mani dei medici cade nella mani dello Stato, per diventare parte del dibattito democratico e arrivare infine nelle mani dell’industria e del libero mercato. Il nome di vaccinazione viene da vacca e la parola “vaccino” viene direttamente dal vaiolo...

Come funziona e a cosa serve un vaccino

di Rosario Cavallo - Pediatra, Salice Salentino
Un vaccino serve a stimolare la produzione di fattori difensivi (anticorpi) che neutralizzano virus, batteri o sostanze da essi prodotte: è quello che succederebbe nel corso naturale della malattia, con il vantaggio di non subirne gli effetti. Per molte vaccinazioni, se si raggiunge un sufficiente livello di copertura vaccinale, si ottengono effetti anche sulla popolazione non vaccinata, dato che si riduce la possibilità per il microorganismo di trovare soggetti privi di anticorpi e quindi di circolare; anche chi non ha potuto fare la vaccinazione, avrà meno probabilità di ammalarsi. Nel...

La camomilla non è un sonnifero

di Vitalia Murgia - Pediatra, Padova
Difficoltà di dormire, irrequietezza e irritabilità sono disturbi osservabili di frequente negli adulti e nei bambini, per questi problemi i genitori utilizzano spesso un rimedio naturale come la tisana di camomilla. La camomilla (Matricaria chamomilla o Chamomilla recutita) è una pianta della famiglia delle Asteracee di cui si usano i fiori. Il suo utilizzo risale a tempi antichissimi, essa è citata anche negli erbari della Mesopotamia e nel papiro Ebers, testi plurimillenari sull’uso delle piante medicinali. I Greci antichi la usavano per curare molti mali e Dioscoride, medico greco del I sec. d.C, la consigliava per...

Uso del cranberry nel trattamento delle infezioni delle vie urinarie

di Vitalia Murgia - Pediatra, Padova
Il Vaccinium macrocarpon è una pianta usata per trattare alcuni disturbi delle vie urinarie più nota con il nome inglese di Cranberry. Se ne consumano le bacche (frutti maturi). Queste sono consumate da molto tempo e in larga quantità negli Stati Uniti anche come alimento; con esse si prepara la salsa per condire il tacchino arrosto della Festa del Ringraziamento. Il succo di Cranberry è stato usato tradizionalmente dai medici e dagli erboristi per il trattamento dello scorbuto, dei calcoli renali e dei problemi renali e della vescica. Le sue proprietà...