Pedagogia

Annalisa Perino,
pedagogista montessoriana
Bambino che per privacy si nasconde dietro a una tenda

Perché è importante tutelare la privacy dei bambini e educarli a rispettare quella altrui? Come devono comportarsi i genitori quando i bambini manifestano desideri di autonomia, indipendenza e riservatezza? Vediamolo insieme

Francesca Perica,
educatrice montessoriana
Bambina imbronciata perché ha ricevuto un no

Per i genitori di oggi non è sempre facile imparare a dire di no ai propri bambini. Eppure è importante perché solo dosando in maniera coerente permessi e rifiuti insegniamo ai nostri figli a essere davvero liberi

Luciano Franceschi,
pedagogista
Due bambini che vanno da soli in bicicletta

Riuscire a sfruttare le occasioni educative che si presentano quotidianamente e dare fiducia ai bambini nelle situazioni nuove è importante per aiutarli a crescere. Ce lo spiega il pedagogista

Claudia Ottella,
pedagogista
Bambine che corrono senza rischi in mezzo al fango

Se è vero che evitare pericoli è un’azione coscienziosa e necessaria, una visione esasperata del bambino quale essere estremamente fragile e con un’intelligenza così poco sviluppata da non permettergli di valutare correttamente le situazioni di potenziale rischio, è sintomatica di una società in cui si è perduto il senso del reale

Chiara Borgia,
pedagogista
Bambini che si ribellano alle norme di sicurezza in macchina

Per evitare che i bambini si ribellino alle indispensabili norme di sicurezza imposte dai genitori possiamo organizzare la nostra casa e le attività familiari in modo che obblighi e divieti non siano eccessivi e non ostacolino il loro percorso di crescita e autonomia

Valentina Alice Tomaselli,
psicoterapeuta dell'età evolutiva
Educazione emotiva nel bambino maschio

Educare i bambini a un tipo di mascolinità basata sul potere e sulla forza crea adolescenti e adulti insicuri. Sarà bene sostituire il modello di “uomo virile” con nuove forme di identità che includono la libertà di essere sé stessi

Marisol Trematore,
pedagogista
e Francesca Zanella,
pedagogista
Bambina imbronciata durante i "terribili" due anni

È un periodo di cambiamenti profondi per il piccolo. Come tutte le fasi evolutive ha un inizio, uno svolgimento e una fine, ma rimane comunque una fase da comprendere e affrontare attentamente per alleggerire le fatiche

Stefania Netti,
psicologa

Attraverso l’opposizione il bambino sperimenta un senso di sé separato e distinto dagli altri. Sta a noi adulti guidarlo nel modo più corretto in questa delicata fase della crescita

Elena Ravazzolo,
pedagogista
Piedi intrecciati di una bambina

L’autoerotismo mette a disagio gli adulti, che spesso non sanno come affrontare questo argomento. In realtà si tratta di una normale tappa dello sviluppo di ogni essere umano

Elena Ravazzolo,
pedagogista
Primo piano di bambino in atteggiamento aggressivo

Come preparare i bambini all'inevitabile incontro con coetanei aggressivi o dal comportamento non corretto? La nostra pedagogista risponde alla domanda di una mamma

Chiara Borgia,
pedagogista
Due bambini fanno la pace

Oggi ha ancora senso proporre alcune delle buone maniere che si sono tramandate nel tempo o sono solo parole vuote, indicazioni di comportamento formali e prive di contenuti realmente educativi? Scopriamolo assieme

Paolo Roccato,
psicoanalista
Mano di bambino che gioca con un puzzle

I puzzle sono tra i giochi preferiti dai bambini. Lo psicoanalista Paolo Roccato ci spiega perché

Maria Teresa Palermo,
musicista e musicologa AIM
Bambina che ha scelto di suonare il pianoforte

Come aiutare il proprio bambino a scegliere lo strumento musicale adatto? Vediamo insieme gli aspetti più importanti da tenere in considerazione

Giuditta Mastrototaro,
pedagogista
Mamma e lattante che si guardano con empatia

L’empatia fa parte del nostro bagaglio di esseri umani, si tratta solo di non dimenticarlo. Occorre non chiudersi nel nostro ruolo di professionista, di genitore, d’insegnante, ma avere il coraggio di avvicinare il bambino da essere umano a essere umano

Francesco Tonucci,
pedagogista
Bambini vanno a scuola tenendosi per mano

I nostri bambini sono sempre assistiti e vigilati dagli adulti, sia a scuola che nelle attività pomeridiane. È diventato per loro impossibile vivere esperienze di scoperta, esplorazione e avventura. È invece necessario garantire loro il giusto livello di autonomia

Francesca Romana Grasso,
pedagogista
Bambino al guinzaglio

L'idea di mettere un guinzaglio ai bambini, per quanto assurda, è purtroppo vera e anzi va spesso di moda. Scopriamo perché questa pratica è deleteria per il rapporto tra genitore e bambino e per la libertà di quest'ultimo

Paolo Roccato,
psicoanalista
Bambina fa la linguaccia

Educare non vuol dire soffocare lo spirito critico. È lo spirito critico, infatti, a evidenziare come, in democrazia, alla base delle regole e delle leggi giuste si pone l’empatia, cioè il mettersi nei panni degli altri

Vincenzo Calia,
pediatra
Bambino seduto sul divano che usa uno smartphone

Smartphone, tablet e computer portatili sono diffusi ovunque ed è importante prestare attenzione all'uso che ne fanno i bambini. Intervista all'educatrice Paola Cosolo Marangon

Chiara Borgia,
pedagogista
Genitore che consegna le chiavi di casa all'adolescenza della figlia

Gli adolescenti hanno bisogno che si riconosca il processo di crescita che attraversano: consegnare le chiavi di casa è un modo di dar loro fiducia

Paolo Ragusa,
formatore e counselor
Bambino stringe la mano del padre

Vediamo com'è cambiato ruolo del padre nel tempo: da autoritario a evolutivo, che si confronta con la madre, accompagna il figlio nella crescita, ma è capace di dire "no"

Paolo Ragusa,
formatore e counselor
Bambina a cui viene detto di no

Non è sempre facile dire di "no", ma è importante riuscire a farlo, quando è necessario: in questo modo si favorisce lo sviluppo del bambino. Vediamo perché

Page 1 Page 2